• Pubblicata il
  • Autore: Ademir
  • Pubblicata il
  • Autore: Ademir

Bi-experience - Ascoli Piceno Trasgressiva

La sera era tranquilla, passeggiavo in centro ed ero indeciso se entrare o no al C-club, quando ne vedo uscire un ragazzo carino, capelli castani corti occhi neri ed un sorriso malandrino.
Solitamente sono un timido, ma in quell'occasione persi ogni remora e con una scusa l'agganciai.
Era americano, di passaggio ed era la prima volta che andava al C-club, parlammo del più e del meno con i suoi occhi che scrutandomi mi sorridevano di continuo, camminando non perdevo l'occasione di sfiorarlo e mi eccitava tantissimo toccarlo fuggevolmente, vidi un portone aperto e gli chiesi di seguirmi, ci fermammo in una corte interna e lui si appoggiò al muro.
Mi avvicinai ed iniziai ad accarezzarlo, mi piaceva il suo fisico tonico ed i muscoli sotto la maglietta, ero eccitatissimo e con la mano scesi verso il suo pacco, restai sorpreso da ciò che sentii, lo accarezzai ed anche lui fece lo stesso con me, gli sbottonai i pantaloni ed estrassi la "belva", davanti ai miei occhi apparve un bellissimo cazzone eretto e duro, gli chiesi se potevo baciarglielo, mi fece cenno di accomodarmi e mi inginocchiai davanti a quel magnifico scettro.
Mi trovai davanti alle labbra la sua anelante cappella, gonfia, pulsante, turgida e le detti un paio di rapidi colpettini di lingua, lo tenevo tra le mani e con le dita ne percorrevo la lunghezza, socchiusi le labbra e lo baciai sulla punta, percorrendone con la lingua la fessura e continuando a leccare l'asta con il sottofondo dei suoi gemiti, le sue mani tra i miei capelli che mi premevano il viso sul suo cazzo e alfine mi feci penetrare in bocca, sensazione bellissima di essere scopato così, con il cazzo che entrava ed usciva ed io che cercavo di trattenerne la capella, sempre più gonfio e le sue mani che mi tenevano fermo il capo per penetrarmi meglio, sentivo i suoi fianchi spingere sempre più velocemente e le mie mani lo masturbavano mentre lo spompinavo, all'improvviso la sua stretta si fece più pressante ed i suoi colpi più potenti e vigorosi, quel bellissimo cazzo stava per esplodere ed infatti mi colpì con un caldo getto di sperma direttamente in gola mentre mi teneva ferma la testa e godeva nella mia bocca ed io ingoiavo il caldo nettare che sgorgava dalla sua meraviglisa fontana, fu fantastico e non ne persi una goccia, ci ricomponemmo e gli chiesi quanto sarebbe rimasto, mi disse che sarebbe partito di lì a due giorni, ma questa è un'altra storia

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!
03/06/2011 12:36

Abelardo

ricchiò

03/06/2011 00:34

john

a me più che bi-experience sembra una esperienza gay. Mah se sei frocio dillo!!!

02/06/2011 05:32

Miki

Bravo!

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati